Archivi tag: virus

Alimenti surgelati: un libro che spiega come sfruttarne al meglio le qualità

E’ disponibile “Come gestire gli alimenti congelati e surgelati in sicurezza”, il nuovo libro di Agostino Macrì e Gianluigi Valsecchi nel quale i due autori ci raccontano l’evoluzione delle tecniche di conservazione con il freddo a partire dalla utilizzazione della neve e del ghiaccio che venivano utilizzate per raffreddare grotte o locali coibentati, fino ai nostri giorni in cui disponiamo di potenti ed efficaci strutture frigorifere industriali e anche domestiche.

Alimenti surgelati, congelati e abbattuti nella ristorazione collettiva

La conservazione degli alimenti con il freddo a temperature intorno ai – 20° C è una tecnica che consente di evitare molti sprechi e garantire al consumatore prodotti sicuri e di ottima qualità. La bassa temperatura è anche in grado di uccidere alcuni parassiti e quindi permette la bonifica delle carni di alcuni prodotti ittici. Andiamo con ordine.

Coronavirus: i nuovi sviluppi

Nella settimana appena trascorsa, importanti aspetti della epidemia da nuovo coronavirus (2019-nCoV) sono stati acquisiti e molte informazioni sui numeri dell’epidemia e sullo stesso virus sono state ampiamente divulgate dai mass media. Non mi soffermo quindi sulla dichiarazione di emergenza globale da parte dell’OMS, ampiamente dovuta e forse ritardata, né sulla conferma del ruolo di questo nuovo virus come causa della malattia.

Attenzione ai frutti di mare “selvaggi”

Per frutti di mare “selvaggi” intendiamo vongole, cozze, telline, cannolicchi, lumache ecc. che troviamo lungo la riva del mare o attaccati agli scogli in prossimità delle coste. Sono molte le persone che si dedicano alla raccolta di questi prodotti e poi ovviamente li mangiano cucinandoli in vario modo, ma anche crudi. I frutti di mare possono però presentare delle insidie di natura chimica e microbiologica e ciò dipende dal loro modo di alimentarsi.

Brucellosi: cos’è e come difendersi

La brucellosi è una zoonosi, cioè una malattia che può essere trasmessa all’uomo dagli animali infetti. Per identificare questa malattia vengono impiegati diversi sinonimi che derivano o dalle aree geografiche più colpite (come febbre mediterranea, febbre maltese, febbre di Cipro, febbre di Gibilterra) o dalla discontinuità della patologia (come febbre ondulante e febbre intermittente). 

Un nuovo virus colpisce gli animali

Le Autorità sanitarie veterinarie olandesi, tedesche e belghe stanno vigilando con attenzione gli allevamenti bovini, delle pecore e delle capre, a causa di una malattia causata da un virus appartenente alla famiglia dei Bunyavidae e che ha preso il nome di “malattia di Schmallenberg” perché proprio in questa  località è stata accertata per la prima volta in Europa. La trasmissione della malattia avviene mediante la puntura di insetti (culicoidi) che trasmettono il virus dagli animali ammalati a quelli sani.