INSETTI E ALIMENTAZIONE: COSA C’E’ DA SAPERE

formaggio sardo vermi insetti

 

Agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori sono arrivate richieste di chiarimenti sul binomio “insetti e alimentazione” e in particolare sui Regolamenti della UE che hanno autorizzato l’utilizzazione in alimentazione umana delle larve del Tenebrio molitor e delle locuste. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

“Farfalline” nella pasta o nei biscotti: cosa fare?

farfalline nella pasta

Sono piuttosto frequenti le segnalazioni che arrivano agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori, da parte di consumatori che trovano “farfalline” nella pasta o nei biscotti e non sanno davvero cosa fare. Si tratta sicuramente di un fenomeno spiacevole, che genera non poche preoccupazioni e in aggiunta rende inutilizzabile gli alimenti contaminati. Diciamo però fin da subito che fortunatamente non desta eccessive preoccupazioni per la nostra salute. Cerchiamo di capire da vicino di cosa si tratta e come dobbiamo comportarci se ci capita di trovare le famose farfalline nella pasta o nei prodotti da forno che abbiamo acquistato.

 

TUTTO SUI TARTUFI: CALORIE, PROPRIETA’ BENEFICHE, PROVENIENZA E COSTI

tartufi

I tartufi sono dei funghi “sotterranei” che si sviluppano sulle radici di alcune piante. Ne esistono diverse varietà che si differenziano tra loro per le caratteristiche del fungo, per l’albero su cui “attecchiscono”, per le condizioni climatiche. Il processo di “produzione” dei tartufi è complesso ed è piuttosto difficile replicarlo “artificialmente” per cui la loro coltivazione è poco diffusa. Infatti, i tartufi che si consumano sono nella grande maggioranza quelli che crescono spontaneamente. In Italia, anche se genericamente sono suddivisi in bianchi e neri, ne esistono 9 specie che si trovano in tutto il territorio con una prevalenza per Piemonte e Italia centrale (Umbria, Marche, Abruzzo e Molise).

NO ALL’ALCOL DENATURATO PER ACCENDERE IL FUOCO: PUO’ PROVOCARE GRAVI USTIONI

alcol infiammabile barbecue

Accendere il fuoco (come ad esempio per caminetti e barbecue) con l’acol denaturato è una pratica pericolosa che può provocare ustioni anche gravi.

L’alcol etilico si ottiene dalla fermentazione degli zuccheri ad opera dei lieviti ed è quindi presente naturalmente in numerose bevande alcoliche (vino, birra, sidro, sakè, ecc.).

ALLA SCOPERTA DEL “VINO NOVELLO”: ORIGINI, DENOMINAZIONE, CONSUMO

vino novello

La vendemmia è terminata da poco e il primo vino che troviamo in vendita è il “vino novello”. Sono in molti a credere che si tratta del primo vino dell’anno ottenuto dalla normale fermentazione del mosto ad opera dei lieviti che trasformano lo zucchero dell’uva in alcol in condizioni “aerobiche” (ovvero in presenza dell’ossigeno atmosferica).

Tutto sulle castagne: valore nutrizionale, conservazione, cottura

castagne calorie

Anche se molto meno del passato, le castagne rimangono il simbolo dei frutti autunnali. Ma qual è il loro valore nutrizionale ? Quante calorie hanno? Come si conservano e come si utilizzano? Scopriamolo insieme…

I castagni crescono nelle zone collinari e montane che vanno dai 300 ai 1000 metri di altitudine e maturano in pieno autunno; possono essere anche conservate per essere consumate in inverno.