Archivi tag: Italia

Tutela del Made in Italy: nasce l’Associazione “Italian Sounding”

È oramai evidente che i nomi italiani, le diciture italianeggianti, il tricolore italiano e le immagini che richiamano il Bel Paese, vengono spesso utilizzati impropriamente per pubblicizzare articoli che d’italiano non hanno nulla. Questo fenomeno, denominato “Italian Sounding”, si sta diffondendo sempre più a macchia d’olio danneggiando i nostri prodotti più prestigiosi, in particolare quelli

Sprechi alimentari: in arrivo una norma che favorirà le donazioni di alimenti

spreco alimentare

Il 5 febbraio scorso, nella 2° Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare, dopo un anno di lavoro della Consulta PINPAS (Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare), è stato presentato un documento che definisce le linee guida utili per l’emanazione di una nuova normativa sugli alimenti invenduti. L’obiettivo è semplificare e incoraggiare la donazione degli alimenti invenduti

RASFF: l’Italia prima in classifica

sistema allerta rapido

Il sistema europeo di allerta rapido per alimenti e mangimi (RASFF) ha pubblicato il report 2014 delle notifiche di prodotti potenzialmente dannosi per la salute. Nella classifica delle segnalazioni inviate alla Commissione UE, l’Italia si conferma al primo posto (506), seguita da Germania (332), Regno Unito (279), Francia (267), Olanda (256), Belgio (198), Spagna (196) e Danimarca (103). Questo primato italiano è sinonimo sia

Gli allergeni nei menu

Allergeni

Una delle informazioni più importanti da fornire ai consumatori previste dal Regolamento 1169/2011, conosciuto come Regolamento sulla etichettatura degli alimenti, è la presenza degli allergeni contenuti negli alimenti stessi. In pratica tutti coloro che producono o somministrano alimenti debbono segnalare la presenza eventuale di sostanze elencate nell’Allegato II del citato Regolamento.

OGM per l’alimentazione e la salute: problemi, opportunità e prospettive

Gli scienziati che trentadue anni fa hanno prodotto le prime piante geneticamente modificate (GM) desideravano lenire le sofferenze causate dalla denutrizione e dalle perdite dei raccolti che affliggono soprattutto i poveri del mondo. Oggi le piante GM coprono circa un decimo dei terreni coltivati e hanno prodotto indubbi benefici per l’agricoltura; sono anche utilizzate in modo crescente per produrre importanti farmaci a costi sostenibili e in sicurezza.

OGM: liberi di scegliere

ogm

Il Parlamento europeo ha concesso agli Stati membri la possibilità di decidere se vietare o limitare la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM) sul loro territorio nazionale, anche se questi sono autorizzati a livello comunitario. Il 13 gennaio a Strasburgo, dopo quattro anni di negoziati tra i Paesi favorevoli e quelli contrari alle coltivazioni transgeniche, il Parlamento europeo ha approvato l’accordo raggiunto con il Consiglio UE e la Commissione europea.