Archivi tag: efsa

Semi di albicocca: alcune importanti considerazioni

Uno dei frutti maggiormente consumati nel periodo estivo è l’albicocca. La troviamo di varie dimensioni ed è molto gradita sia per il sapore, sia per la facilità di consumo. Ovviamente tutti conosciamo il nocciolo che normalmente buttiamo dopo aver consumato il frutto.

Biossido di titanio: è nei guai?

Lo scorso 6 maggio l’EFSA (Autorità Alimentare Europea) ha pubblicato il suo parere in merito al biossido di titanio (BT) e ha concluso che il suo impiego come additivo alimentare non è sicuro. Ricordiamo che l’EFSA produce pareri scientifici che informano le scelte dei decisori politici: la decisione finale sul destino del BT è di esclusiva competenza della Commisione europea e dei paesi membri.

“Farfalline” nella pasta e/o nei biscotti: cosa fare?

Trovare la pasta o i biscotti “contaminati” da vermetti, farfalline o altri piccoli insetti è un fenomeno non troppo raro. Si tratta di situazioni che generano preoccupazione e anche ribrezzo benché si tratti di fenomeni del tutto “naturali”. Cerchiamo di capire da cosa dipendono.

Il “lato oscuro” della pizza

Sono passati più di due anni da quando è entrato in vigore il Regolamento europeo per la riduzione della presenza di acrilammide negli alimenti. Si tratta di un contaminante valutato dall’EFSA e considerato come potenziale cancerogeno per i consumatori in tutte le fasce di età (1).

Ecommerce: occhio alla vendita di prodotti alimentari non autorizzati

Dal 1° gennaio 2018 è entrato in vigore il Regolamento UE 2015/2238 che prende il nome di “novel food”. Esso riguarda tutti gli alimenti che non rientrano nella “tradizione” alimentare di nessuno dei Paesi della UE e che possono essere utilizzati soltanto a seguito di una autorizzazione da parte della UE. Per rilasciare l’autorizzazione è necessario un parere preventivo da parte dell’EFSA (Autorità Alimentare Europea).

Allergia al Nichel: come difendersi

allergia nichel

Il Nichel (Ni) è un elemento minerale molto diffuso in natura; è ampiamente impiegato per la preparazione di oggetti come stoviglie, maniglie di porte, monili, articoli da abbigliamento, oggetti di bigiotteria, ecc.). Dal terreno dove è presente in piccole quantità, può disciogliersi nell’acqua ed essere assorbito da tutti i vegetali.