Cioccolata olandese con cannabidiolo.

1 gennaio 2019

Le Autorità italiane hanno informato il RASFF della presenza sul mercato di cioccolato di origine olandese contenente Cannabidiolo che si ottiene dalla Cannabis sativa. La quantità riscontrata è di circa 1,5 grammi per kg.  Il Cannabidiolo possiede diverse attività farmacologiche (rilassante, antinfiammatorio, sonnifero, ecc.); si tratta però di un “novel food” non riconosciuto.  Il problema è importante anche perché non si può escludere che si faccia un abuso di questo cioccolato.