C’è pane e pane: impariamo a conoscere quello fresco

19 dicembre 2018

Da oggi 19 gennaio è entrato in vigore il DM 131/2018 riguardante il pane. Quello fresco deve essere prodotto in panifici  con un processo continuo, senza aggiunta di conservanti e senza “congelamenti” intermedi. Deve essere venduto entro le 72 ore dall’inizio della lavorazione.  Altri tipi di pane sono definiti come “conservati”; debbono riportare una apposita dicitura ed essere venduti da scaffali separati da quelli del pane fresco.  Il consumatore viene quindi messo in condizione di scegliere il pane “vero” da altri alimenti che alle volte poco hanno a che vedere con la tradizione alimentare riconosciuta nella dieta mediterranea.