Archivi categorie: igiene e sicurezza alimentare

Ossido di etilene: quali pericoli

Negli ultimi mesi le Autorità sanitarie dei Paesi dell’Unione Europea hanno dovuto affrontare il problema della contaminazione di molti alimenti con l’ossido di etilene. Si tratta di una sostanza gassosa che trova impiego nell’industria chimica e che ha un forte potere disinfettante e disinfestante. Proprio per queste proprietà trova impiego nelle strutture sanitarie per sanificare i vari oggetti e strumentazioni necessarie per la cura dei pazienti.

Alimenti surgelati: un libro che spiega come sfruttarne al meglio le qualità

E’ disponibile “Come gestire gli alimenti congelati e surgelati in sicurezza”, il nuovo libro di Agostino Macrì e Gianluigi Valsecchi nel quale i due autori ci raccontano l’evoluzione delle tecniche di conservazione con il freddo a partire dalla utilizzazione della neve e del ghiaccio che venivano utilizzate per raffreddare grotte o locali coibentati, fino ai nostri giorni in cui disponiamo di potenti ed efficaci strutture frigorifere industriali e anche domestiche.

Il caso degli spinaci contaminati (e l’importanza dei controlli)

Una notizia che non ha trovato molto risalto tra i media, e che merita di essere approfondita, riguarda un centinaio di persone  rimaste intossicate in Slovacchia nello scorso mese di marzo, dopo aver mangiato una purea di spinaci congelati.

Alimenti surgelati, congelati e abbattuti nella ristorazione collettiva

La conservazione degli alimenti con il freddo a temperature intorno ai – 20° C è una tecnica che consente di evitare molti sprechi e garantire al consumatore prodotti sicuri e di ottima qualità. La bassa temperatura è anche in grado di uccidere alcuni parassiti e quindi permette la bonifica delle carni di alcuni prodotti ittici. Andiamo con ordine.

Ristoranti: il nostro decalogo

A cosa dobbiamo prestare attenzione quando mangiamo al ristorante? Quali voci del menù non possono mancare? Come regolarsi con la mancia? E il coperto? Ci sono delle norme di sicurezza per il ristoratore? Cosa cambia in questa fase post Covid-19? Sono alcune delle domande a cui abbiamo provato a rispondere in questo vademecum sui ristoranti, ricordando che alcune regole per i ristoratori sono le stesse sia si tratti di una modesta trattoria di campagna o un ristorante stellato.

Negli USA hanno inventato il tagliere “igienizzante”

Quando si utilizza uno stesso tagliere per lavorare diversi alimenti (verdura, carne, pesce, ecc.), si corre il rischio di “trasferire” eventuali batteri patogeni da un alimento all’altro. Tecnicamente si chiama contaminazione crociata e può essere pericolosa quando interessa alimenti che si mangiano crudi. Ad esempio se tagliamo della carne di pollo contaminata con batteri patogeni il tagliere può contaminarsi; se successivamente sulla stesso tagliere lavoriamo  dell’insalata o della frutta queste ultime possono “infettarsi”. Per la carne di pollo generalmente non ci sono problemi perché viene cotta e i microrganismi sono distrutti. Per quanto riguarda invece la frutta o l’insalata che mangiamo crude il rischio di contrarre una tossinfezione alimentare è concreto.