Archivi tag: olio extravergine di oliva

Olio extravergine di oliva: tra il gusto ed il valore nutrizionale, cosa scegliere?

Il 6 dicembre 2015 a Cerveteri si è svolta una manifestazione-mercato con i produttori locali che vendevano il loro olio extravergine di oliva “nuovo” in vari “stand” collocati nella splendida piazza principale del paese.   Per valorizzare ulteriormente la manifestazione è stato deciso di premiare i migliori tre oli sulla base delle caratteristiche sensoriali, valutati da un “panel” di assaggiatori professionisti che hanno seguito le procedure previste dalle norme europee per controllare i parametri previsti per l’olio extravergine di oliva.

La cottura è sempre sicura?

Recentemente lo IARC, Agenzia per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha inserito la carne “processata”, ovvero cotta alla brace o additivata con nitriti e nitrati tra i ”prodotti” cancerogeni. La FSA (Agenzia per la Sicurezza alimentare inglese) ha evidenziato il pericolo legato alla acrilammide che si può formare durante la frittura o nelle cotture ad alte temperature. L’EFSA (Autorità Alimentare Europea) ha valutato queste sostanze ritenendole pericolose ed indicando delle soglie di sicurezza che non dovrebbero essere superate.

Olio extravergine di oliva: cerchiamo di fare chiarezza

Il Pm Raffaele Guariniello dopo avere letto il risultati delle analisi di laboratorio condotte nel mese di maggio dal mensile Il Test che dimostravano l’irregolarità di alcuni oli classificati come extravergine di oliva, ha deciso di vederci chiaro. Ha quindi fatto prelevare dai Nas alcuni campioni  di olio in commercio e li ha fatti analizzare dal laboratorio dell’Agenzie delle dogane. Sulla base dei risultati ottenuti, il pm ha iscritto sul registro degli indagati per frode in commercio i responsabili legali di sette aziende produttrici e precisamente Carapelli, Bertolli, Sasso, Coricelli, Santa Sabina, Prima Donna e Antica Badia.

Il paradosso di consumare olio italiano… che non c’è

olio

In questi giorni si parla molto dei guai che hanno afflitto i nostri oliveti e che hanno portato a una drastica riduzione della produzione italiana dell’olio extravergine di oliva. I dati, anche se non del tutto univoci, parlano della riduzione di almeno un terzo rispetto agli anni precedenti, ma alcuni dicono che ben oltre il 50% della produzione nazionale è andata perduta a causa della “mosca” e delle avverse condizioni climatiche.