Archivi tag: obesità

Etichetta semaforo: vittoria del buon senso

Il Parlamento Europeo ha respinto la proposta di classificare gli alimenti con il criterio del semaforo. Cerchiamo di capire di cosa si tratta: l’agenzia alimentare inglese, negli anni scorsi, ha deciso di segnalare ai consumatori le caratteristiche nutrizionali degli alimenti attraverso il sistema dei semafori. In pratica la presenza negli alimenti di quantità elevate di zuccheri, grassi, grassi saturi e sale deve essere segnalata con un bollo rosso; quando la quantità è media il bollo giallo ed infine quando i nutrienti sono bassi il loro contenuto si segnala con un bollo verde.

Quel fastidioso reflusso dopo i pasti…

Il cibo che assumiamo dalla bocca passa nell’esofago e da questo attraverso la valvola cardias nello stomaco. Nello stomaco il bolo alimentare rimane per il periodo di tempo necessario per essere acidificato; successivamente attraverso la valvola piloro passa nell’intestino dove proseguono i processi digestivi che consentono l’assimilazione dei nutrienti presenti negli alimenti. Il reflusso si ha quando il contenuto dello stomaco (bolo gastrico)  risale nell’esofago a causa di una scarsa tenuta dello sfintere del valvola del cardias.

Dimagrire senza rischi

dieta per dimagrire

Il sovrappeso è l’obesità, fatte salve alcune situazioni patologiche, dipendono dallo stile di vita che ciascuno di noi conduce;  purtroppo mangiare molto e muoversi poco è un  “modello” piuttosto diffuso ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Dimagrire richiede una serie di rinunce che, spesso, non sono facilmente conciliabili con le tante esigenze legate alla vita sociale e lavorativa.

Pane e marmellata e merendine

E’ opinione molto diffusa che le “merendine” siano una delle principali cause della diffusione del sovrappeso e dell’obesità. Curiosamente alcuni “esperti” puntano il dito su quelle delle aziende leader sul mercato senza menzionare i biscotti, i crackers, le varie barrette di cioccolato, e i tanti altri prodotti da forno di aziende minori. Inoltre raramente vengono presi in considerazione i cornetti, le brioches, le bombe e le ciambelle fritte e i tanti altri dolci,