Archivi tag: nanotecnologie

Alimenti e nanotecnologie: di che si tratta?

Il Regolamento 1169/2011 sulle “Informazioni ai consumatori” impone ai produttori di indicare sull’etichetta degli alimenti l’eventuale presenza di “nanomateriali”. Attualmente non ci sono molte applicazioni pratiche, ma si tratta di un settore in cui si acquisiscono sempre nuove conoscenze e nel futuro potrebbero esserci degli importanti sviluppi. Dell’argomento si è parlato il 18 febbraio 2019 in un Convegno organizzato presso l’Istituto Superiore di Sanità; si sono ottenute importanti informazioni che sono di seguito riportate.

Nanotecnologie e alimenti: opportunità e rischi

nanotecnologie

Le nanotecnologie si basano sull’uso di “nanomateriali” ovvero di oggetti con dimensioni comprese tra uno e cento nanometri. Per fare un esempio di questo ordine di grandezza basta immaginare che un nanometro (cioè un milionesimo di millimetro) è cinquantamila volte inferiore al diametro di un capello: siamo quindi in un universo impercettibile all’occhio umano. Il vantaggio principale dell’uso dei nanomateriali è l’aumento della loro area superficiale e quindi un migliore sfruttamento delle loro proprietà, riducendone drasticamente la quantità utilizzata.

Nanotecnologie: il futuro è già qui

nanotecnologie

Non si tratta più di sperimentazioni fantascientifiche ma di concrete realtà divenute essenziali per la produzione di molteplici prodotti di uso comune, realizzati con processi tanto particolari quanto attenti alla sicurezza. Per nanotecnologie si intende la capacità di osservare, misurare e manipolare la materia a livello atomico e molecolare, in una scala dimensionale indicativamente tra uno e cento nanometri