Archivi tag: latte in polvere

Salmonelle nel latte in polvere

In confezioni di latte in polvere destinato ai neonati prodotte dalla ditta Lactalis, multinazionale francese proprietaria anche della Parmalat, è stata accertata la presenza di salmonelle.  All’estero (in Italia  il prodotto contaminato non è commercializzato) si sono già verificati almeno una trentina di casi tra i bambini cui è stato somministrato il latte contaminato e ovviamente esiste una grande preoccupazione tra i cittadini (non solo francesi) in quanto il latte in polvere è stato esportato in diversi Paesi.

Olio di colza pericoloso per i bambini

olio di colza latte per neonati

Ogni tanto succedono delle cose incredibili e non si riesce a capire perché ai cittadini debbano essere fornite informazioni sbagliate deformando anche le verità scientifiche. Qualche mese fa l’Autorità Alimentare Europea (EFSA) ha affermato che trattando i grassi ad alta temperatura si formano delle sostanze cancerogene; ha anche detto che tali sostanze sono presenti anche nell’olio di palma. Non ha invece detto che esiste dell’olio di palma privo di questi contaminanti e che gli alimentaristi responsabili lo utilizzano. Da qui è nata la “gara” a togliere l’olio di palma da molti prodotti da forno. Evidentemente chi ha fatto questa operazione utilizzava olio di palma meno costoso e “contaminato”.

Latte in polvere e formaggio, facciamo chiarezza

formaggio-da-latte-in-polvere

Il latte è costituito per circa il 90 % di acqua ed il resto sono proteine, grassi, sali minerali, zucchero (lattosio) ed altre sostanze presenti in minore quantità. Per fare il formaggio bisogna far “cagliare” il latte in modo da separare la parte solida, che viene raccolta e  lavorata  facendone forme che poi vengono lasciate “maturare” per tempi variabili. Si possono così ottenere formaggi  freschi o stagionati da poche settimane a diversi mesi.