Archivi tag: alimenti di origine animale

Farmacoresistenza: come ridurre i pericoli

Il fenomeno della farmacoresistenza microbica sta preoccupando le Autorità sanitarie di tutto il mondo ed ha ampia ricaduta sull’opinione pubblica. Da un punto di vista microbiologico l’antibiotico-resistenza è la capacita di un microrganismo di “resistere”, e quindi sopravvivere all’azione di un farmaco antibiotico. Il microrganismo può essere naturalmente resistente verso un antibiotico (resistenza naturale) o divenirlo mediante l’attivazione di meccanismi di “adattamento” (resistenza acquisita). In questo secondo caso, ceppi microbici che in precedenza erano sensibili ai farmaci antibiotici “mutano” il loro patrimonio genetico e divengono insensibili agli stessi farmaci. Queste “mutazioni” vengono “trasferite” direttamente alla progenie in via “verticale”.

Residui negli alimenti di origine animale sono un problema?

L’Unione Europea richiede ai diversi Stati di effettuare ogni anno una indagine  sulla presenza di residui di farmaci veterinari negli alimenti di origine animale (carne, latte, uova e miele) che prende il nome di “piano nazionale residui” (PNR). Annualmente, sulla base delle quantità prodotte da ogni singolo Paese, vengono definiti il numero dei campioni da prelevare per ogni tipologia di alimento ed anche le sostanze chimiche da ricercare.

Farmaco resistenza: un pericolo per la salute pubblica

Le Autorità Sanitare del Regno Unito hanno recentemente ribadito il pericolo della farmaco resistenza. Si ritiene utile trattare sinteticamente l’argomento e fornire qualche indicazione sui comportamenti da tenere per ridurre il pericolo. Perciò, a proposito del “Farmaco resistenza“, è il fenomeno per cui i microrganismi divengono “resistenti” all’azione di sostanze chimiche che normalmente li uccidono.