Archivi tag: acrilammide

La cottura è sempre sicura?

Recentemente lo IARC, Agenzia per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha inserito la carne “processata”, ovvero cotta alla brace o additivata con nitriti e nitrati tra i ”prodotti” cancerogeni. La FSA (Agenzia per la Sicurezza alimentare inglese) ha evidenziato il pericolo legato alla acrilammide che si può formare durante la frittura o nelle cotture ad alte temperature. L’EFSA (Autorità Alimentare Europea) ha valutato queste sostanze ritenendole pericolose ed indicando delle soglie di sicurezza che non dovrebbero essere superate.

Cibi bruciacchiati? Attenzione alla salute

L’EFSA a seguito di un lungo periodo di studio dei dati scientifici disponibili è arrivata alla conclusione che l’Acrilammide (ACR) è potenzialmente cancerogena e genotossica ed anche neurotossica. Anche se il tema è stato da noi affrontato nel passato in questo blog (La frittura del cibo: certezze ed incertezze) si ritiene utile precisare alcuni aspetti. L’ACR è una sostanza naturale che si forma durante i processi di cottura ad alta temperatura principalmente per la reazione tra aminoacidi e zuccheri; è quindi la sua presenza in molti alimenti (prodotti da forno,  alimenti tostati e soprattutto nei fritti) è praticamente inevitabile.