Archivi tag: acqua

Estate e bevande: scegliere quelle giuste per la nostra salute

La sudorazione è una normale reazione del corpo che, eliminando l’acqua, va incontro a un raffreddamento superficiale e, di fatto, ne evita un “surriscaldamento” e previene gli shock termici che possono verificarsi soprattutto nei periodi estivi. Insieme all’acqua sono escrete sostanze  prodotte dal metabolismo e potenzialmente dannose (es. urea e acido lattico) ma anche elementi minerali (sodio, potassio, cloro) che invece sono utili. Il nostro organismo si “depura” anche e soprattutto, con l’escrezione delle urine con cui sono eliminate le “scorie” del nostro organismo.

Calcio: da dove lo prendiamo?

Un’azienda che produce acqua minerale (Sangemini) ha recentemente pubblicizzato il prodotto come fonte di calcio “altamente assimilabile” e ha paragonato il contenuto dell’elemento a quello presente nel latte e in alcuni prodotti derivati, con l’evidente scopo di stimolarne i consumi. Cerchiamo di capire come stanno effettivamente le cose e se è utile seguire i consigli pubblicitari. Noi tutti sappiamo che il calcio è il principale componente delle ossa, ma non tutti sanno che l’elemento è di fondamentale importanza per molte funzioni delle nostre cellule come, ad esempio, mantenere l’integrità delle membrane, consentire un corretta contrazione muscolare, regolare la coagulazione del sangue.

Acqua: quale bere?

acqua da bere

Anche se spesso lo dimentichiamo, l’acqua è indispensabile per la nostra vita e dovremmo berne circa due litri al giorno. La troviamo in tutti gli alimenti con percentuali che variano da poco più del 10 % negli alimenti “secchi” fino ad oltre il 95% nella frutta e nella verdura. Grandi quantità le assumiamo con le bevande  anche se alle volte la quantità di acqua presente è inferiore a quella contenuta  in alcuni vegetali. Ad esempio nel vino c’è meno acqua che nei cetrioli o nelle angurie.

Acqua e piombo

L’acqua per uso potabile erogata dagli acquedotti è costantemente sotto controllo per verificare l’eventuale presenza dei tanti possibili  contaminanti. Nei casi in cui dovessero accertarsi delle irregolarità l’erogazione viene interrotta tempestivamente. Negli ultimi anni i cittadini hanno seguito con molta attenzione la problematica relativa all’arsenico e le discussioni sorte in merito alle misure intraprese per evitare di superare i limiti indicati dalla UE.