L’alimentazione equilibrata

E’ meglio rimanere stoicamente a stecchetto per tutte le feste di Natale o abbuffarsi per poi recuperare con una dieta last minute? Lo zampone e il cotechino rimarranno i principi delle nostre tavole? Panettone e pandoro, come sceglierli? Per non parlare dei dubbi che valgono per tutte le stagioni sull’olio di palma, gli ogm o, visti i recenti fatti di cronaca, sull’oliva d’oliva… A tutte queste domande e molte di più, visto che l’antologia sull’argomento è variegata, risponderanno Agostino Macrì, responsabile per la sicurezza alimentare dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it) ed Eugenio Del Toma, Primario Emerito di dietologia e Diabetologia al San Camillo di Roma, oggi alle ore 17.00 alla presentazione del loro ultimo libro “L’alimentazione equilibrata”. A moderare l’incontro il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori Massimiliano Dona (In allegato l’invito).

Nonostante il tema del cibo e delle diete sia centrale nei dibattiti, grazie all’Expò conclusosi da poco e al successo di numerose trasmissioni televisive, purtroppo la maggior parte della popolazione non ha ancora la giusta consapevolezza sull’alimentazione.

Il libro di Agostino Macrì ed Eugenio Del Toma “L’alimentazione equilibrata” cerca di fare chiarezza  sui temi principali del dibattito attuale, fissando alcuni punti fermi  e sgombrando il campo dai luoghi comuni. Dal consumo della carne e il suo valore nutrizionale all’impatto ambientale che ne deriva, dalla facilità con la quale si può assecondare la tradizione ai timori nei confronti di alcune modernità come gli ogm, senza dimenticare le mode del momento che sfociano spesso in diete tutt’altro che salutari, il libro è diviso in tre sezioni: buon sensoscienza e coscienza, attraverso il filo conduttore della necessità di riscoprire il motivo per cui si mangia, ovvero vivere.

Da una parte  Macrì e Del Toma danno ai temi della nutrizione il rigore della medicina, visto il loro ruolo di scienziati, dall’altro lo fanno con il linguaggio semplice dei divulgatori, rendendo così la lettura facile ed efficace.

Commenti da Facebook

commenti