Miele alla cannabis

1 agosto 2019

Nel corso dei controlli sugli alimenti in commercio, le Autorità italiane hanno scoperto un miele biologico proveniente dalla Croazia e venduto anche in Olanda, contenente circa 75 mg/kg di cannabidiolo e circa 2,7 g/kg di tetraidrocannabidiolo.   Il cannabidiolo è considerato un “novel food” e non è stato ancora “riconosciuto” dall’EFSA; il tetraidrocannabinolo è invece una sostanza proibita. Per tali motivi il 1 agosto è stata fatta una notifica al Sistema di Allerta Europeo (RASFF). Dalle informazioni disponibili non si sa si i derivati della cannabis siano stati trasportati dalle api o meno. Sembrerebbe trattarsi di una dolce “droga” e per di più biologica.