La maggioranza degli americani è preoccupata della presenza di DNA negli alimenti.

8 maggio 2018

Il “Washington Post” riporta i risultati di una indagine condotta dall’Università dell’Oklahoma da cui risulta che l’80 % degli americani vorrebbe che nelle etichette dei cibi venisse dichiarata la presenza di DNA (acido desossiribonucleico). Evidentemente la stragrande maggioranza degli americani non sa che il DNA è naturalmente presente in tutti gli alimenti sia di origine vegetale, sia di origine animale. Sarebbe interessante sapere come la pensano gli italiani.