Archivi categorie: igiene e sicurezza alimentare

La telenovela degli OGM si arricchisce di un nuovo capitolo

Come è ormai noto da tempo, gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM), sono il frutto di studi di ingegneria genetica e consentono di conferire a piante o animali caratteristiche particolari diverse da quelle originali. Ad esempio in una pianta di riso può essere inserito un carattere per cui i chicchi contengano Vitamina A, oppure una pianta di mais divenga resistente all’attacco di un parassita. L’autorizzazione a produrre e a commercializzare gli alimenti OGM avviene con una procedura molto complessa in modo da essere certi della sicurezza per i consumatori.

Acqua minerale contaminata con Pseudomonas: quali pericoli

bottiglie acqua

Dai controlli effettuati presso un serbatoio della Fonte Cutulo di Rionero in Vulture è risultato che l’acqua minerale destinata  ad essere imbottigliata era contaminata con il batterio Pseudomonas aeruginosa, per tale motivo il Ministero della Salute ha disposto il “richiamo” di alcuni lotti  di acqua minerale già in commercio e ovviamente ha proibito l’ulteriore imbottigliamento dell’acqua contaminata.

Non ci preoccupiamo, ma impariamo a conoscere il carbonchio ematico

Recentemente a Grottaferrata, in provincia di Roma, alcuni bovini si sono ammalati di Carbonchio ematico (antrace) e sembra che anche qualche persona sia stata contagiata. Si tratta di una “zoonosi”, ovvero di una malattia trasmissibile anche all’uomo, che colpisce diverse specie animali  ed è provocata  dal batterio Bacillus anthracis. Questo batterio una volta “penetrato” nell’organismo animale per via prevalentemente orale, da origine a una setticemia e durante il suo sviluppo produce delle tossine in grado di provocare gravi lesioni che portano alla morte degli animali ammalati.

Perché nelle uova si sono trovati residui di Fipronil? I consumatori sono tutelati?

uova fipronil sicurezzalimentare

Il “tormentone” alimentare che ha preoccupato i cittadini in questa torrida estate ha riguardato i  residui dell’insetticida Fipronil nelle uova. La questione ha colto di sorpresa un po’ tutti compresi gli “addetti” ai lavori e molti hanno puntato il dito su alcuni allevamenti olandesi nei quali sono state trovate per primi le uova contaminate. Si è però visto che il problema riguarda anche altri Paesi inclusa l’Italia. Probabilmente le Autorità di controllo olandesi hanno avuto qualche “soffiata” e per primi hanno fatto i controlli.