Archivi categorie: igiene e sicurezza alimentare

Listeriosi: cos’è, come evitarla

E’ stata segnalata una epidemia di listeriosi in Sudafrica causata da salsicce infette che ha provocato centinaia di morti. E’ bene sapere che la listeriosi è una malattia che si contrae attraverso il consumo di alimenti contaminati dal batterio Listeria monocytogenes. Questo microrganismo è molto diffuso nell’ambiente e in mancanza di adeguate condizioni igieniche può raggiungere molti dei nostri alimenti (frutta, verdura, carne, alcuni formaggi, ecc.). La malattia può presentarsi in due forme. La prima si manifesta con i sintomi classici della tossinfezione alimentare (vomito, diarrea) dopo poche ore dall’ingestione degli alimenti contaminati.

Allerte, ritiri e sequestri alimentari

sequestri alimentari

I nostri alimenti sono costantemente sotto controllo sia delle aziende produttrici, sia dei diversi Organismi Pubblici con un numero di verifiche che è sicuramente dell’ordine di almeno migliaia ogni giorno. Le irregolarità che si riscontrano negli alimenti e che possono in qualche modo danneggiare i cittadini, portano al blocco dell’immissione in commercio e, nel malaugurato caso che siano in vendita, si procede al loro ritiro dagli scaffali; le persone che le avessero inavvertitamente acquistate sono invitate a riportarli al rivenditore.

Salmonelle nel latte in polvere

In confezioni di latte in polvere destinato ai neonati prodotte dalla ditta Lactalis, multinazionale francese proprietaria anche della Parmalat, è stata accertata la presenza di salmonelle.  All’estero (in Italia  il prodotto contaminato non è commercializzato) si sono già verificati almeno una trentina di casi tra i bambini cui è stato somministrato il latte contaminato e ovviamente esiste una grande preoccupazione tra i cittadini (non solo francesi) in quanto il latte in polvere è stato esportato in diversi Paesi.

La segnalazione dei pericoli alimentari: facciamo chiarezza senza allarmismi

Le aziende alimentari, indipendentemente dalle loro dimensioni, debbono disporre di un sistema di autocontrollo per verificare la qualità e la sicurezza del cibo da loro prodotto. Esiste anche un imponente sistema di controllo pubblico con numerose strutture (ASL, “Repressione Frodi”, ARPA, Carabinieri NAS, capitanerie di Porto, ecc,) che, avvalendosi di Laboratori Ufficiali quali gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, sono impegnate quotidianamente nelle verifiche sugli alimenti in commercio.